Lettori fissi

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

sabato 5 aprile 2014

Turisti

                                                               Campiglia Mma.
- Il toponimo è attestato per la prima volta nel 1004 come Campillia e deriva dal latino campus, "campo". Nel 1862 fu aggiunta la specificazione "marittima", cioè "della Maremma" (in latino Maritima ). Il paese è uno dei comuni facenti parte del circondario della Val di Cornia.
Da molteplici testimonianze archeologiche nel territorio comunale si sa che sono esistiti stanziamenti anteriori al Medioevo. Il territorio comunale già in epoca etrusca e romana è abitato anche grazie al fatto che la zona è ricca di minerali, testimonianze di questa attività sono visibili ai piedi del paese dove oggi si trova la chiesa della Madonna di Fucinaia e il parco archeo-minerario di San Silvestro. Oggi sono visitabili i forni fusori e i pozzi minerari che gli etruschi sfruttavano in cerca di metalli.
Il primo documento ufficiale che nomina Campiglia è del 1004: è l'atto del Conte Gherardo II della Gherardesca che dona al monastero di S. Maria di Serena, vicino a Chiusdino, la metà del castello di Campiglia con il suo territorio e la chiesa, insieme a quote dei vicini castelli di Acquaviva, Biserno, e del castello di Monte Calvo (la rocca detta ora S. Silvestro). 

Turisti

Fotocamera     SONY    DSLR-A580
Apertura diaframma    f  5,6
Tempo esposizione   1/500
ISO   400
Lunghezza focale   12mm

Nessun commento:

Posta un commento

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Italia.